09 October

Gateau di patate

Invitate i vostri amici e parenti e stupiteli con un pietanza che definirei quasi rara. Non tutti conosco questo piatto e non tutto sanno che costa poco, è facile da preparare ma soprattutto è buono! Oggi cucininiamo il Gatò di Patate. La Patata della Basse Valle Scrivia Nel 2005 nasce il marchio «Bassa Valle Scrivia, […]

Invitate i vostri amici e parenti e stupiteli con un pietanza che definirei quasi rara. Non tutti conosco questo piatto e non tutto sanno che costa poco, è facile da preparare ma soprattutto è buono!
Oggi cucininiamo il Gatò di Patate.

La Patata della Basse Valle Scrivia

patateNel 2005 nasce il marchio «Bassa Valle Scrivia, tutta un’alta qualità», punto di riferimento per i prodotti dell’agricoltura e dell’orticoltura che coinvolge 8 paesi dell’asta dello Scrivia.

La coltivazione della patata nella bassa Valle Scrivia risale a tempi remoti ed è stata documentata da studi storici locali.
  La patata è Originaria dell’America latina, in particolare del Perù, Bolivia e Messico. Venne introdotta in Europa nel Cinquecento e per alcuni decenni fu considerata come pianta ornamentale.
Ha la buccia liscia e di colore giallo e la polpa all’interno e bianca giallastra. Ottima per gnocchi, per un purea o per il nostro Gatò di patate (per l’appunto).  Attualmente la produzione di questo tubero si aggira sui 400.000 quintali annui.

La Ricetta

Vediamo cosa ci serve per la nostra ricetta per preparare un Gatò di patate per 4 persone

– 800 gr di patate
– 2 uova
– 100 gr di Parmiggiano grattuggiato
– 150 gr di Prosciutto cotto a fette
– 50 gr di Provola affumicata a fette
– 1 Mozzarella tagliata a fette (80gr circa)
– 100 gr di mollica di pane
– 80gr di burro buccia di limone grattuggiata
– Sale e Pepe
e ovviamente una teglia e un forno.

abc

Lavate le patate e cuocetele tutte intere con la buccia in una pentola con acqua bollente e salata per venticinque minuti circa. Terminata la cottura sgocciolatele, sbucciatele (con un coltello o meglio ancora con il comodo sbuccia patate) e passatele in uno schiacciapatate. Prendete la purea e mettetela in una ciotola. Ora prendete le uova e il parmigiano e aggiungetele alla purea. Amalgamate bene il composto e aggiungete sale e pepe a piacimento.
A questo punto prendete una pirofila da forno o una teglia, ungetela con il burro e disponete metà del composto di patate che avete praparato. Coprite la purea prima con le fette di prosciutto poi con la mozzarella e la provola anch’esse tagliata a fette. Terminata la copertura dispondete il rimanente composto di patate distribuendolo in modo uniforme così da coprire il tutto. Cospargete la superficie con la mollica sbriciolata e qualche fiocchetto di burro ed infornate a 180° per venti minuti.

Fate “Come dico io” e avrete un Gatò di patate da leccarsi i baffi. Non so se si è capita la metafora!
Un saluto da Maria, alla prossima.

 

Share this post :